Uncategorized

NASCE SPUMANTI TALIA PESCARA PER DUE GIORNI CAPITALE DELLE BOLLICINE AUTOCTONE ITALIANE

NASCE SPUMANTITALIA

PESCARA PER DUE GIORNI CAPITALE DELLE BOLLICINE AUTOCTONE ITALIANE

C’è effervescenza intorno al movimento spumantistico italiano che è oggetto di un crescente e continuo interesse e riscuote un successo che deve essere capitalizzato nell’ambito del mercato. Per interrogarsi sulle sue prospettive e proporre risposte che anticipino eventuali criticità ilConsorzio di Tutela Vini d’Abruzzo e Bubble’s Italia daranno vita ad un evento nazionale dedicato al comparto strutturato in termini culturali e per questo da considerarsi unico e originale del suo enere. Una due giorni intesa e costruttiva che si svolgerà aPescara dal 18 al 19 gennaio 2019 dal titolo SpumantItalia.

Una kermesse che si propone come un momento di riflessione articolato in incontri e dibattiti sullo stato dell’arte degli Spumanti Metodo Classico eMetodo Italiano e sui vini effervescenti prodotti con metodo ancestrale, mettendo a fuoco quali sono le singole evoluzioni, l’idoneità dei prodotti rispetto al’interesse dei mercati e ai cambiamenti climatici in atto.

“Sarà un grande momento di confronto e approfondimento sulle bollicine italiane,sottolinea il Presidente del Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo Valentino Di Campli,“coinvolgendo i principali attori a livello nazionale. Perl’Abruzzo si tratta di un’occasione per capire e acquisire competenze dai quei territori e realtà che in questo campo lavorano da tanti anni. Nella nostra regione l’attenzione verso le bollicine vsta crescendo, anche grazie alla naturale predisposizione alla spumantizzazione delle uve autoctone regionali, quali trebbiano,cococciola, pecorino, montonico e passerina. Una tipologia di viniche potrebbe costituire un ulteriore offerta strategica per le nostre aziende. E i margini di crescita nel settore dei vini Spumanti di Qualità sono veramente notevoli, considerate quelle che sono le caratteristiche stesse di questo vitale segmento del mercato del vino. Gli spumanti mostrano infatti un continuo trend positivo, che èsicuramente destinato a continuare”.

La scelta della città di Pescara, infatti, è motivata dalla volontà di individuare un territorio che, pur affacciandosi al mondo spumantistico, è ancora tutto da scoprire. Un evento con scadenza annuale, che deve divenire un punto di riferimento per il sistema spumantistico italiano. Quelle che attendono i partecipanti saranno giornate di lavoro, aperte a tutti gli attori della filiera, durante le quali ognuno potrà portare le proprie esperienze,scambiando informazioni e la propria visione sullo stato dell’arte del sistema.La prima parte infatti è rivolta esclusivamente alle aziende produttrici, ad enologi, sommelier e giornalisti, mentre la seconda è dedicata a degustazioni verticali di aziende che vorranno farconoscere il proprio storico aziendale o rendere partecipi la pletora di esperti presenti sui “I Dormienti”, ovvero la produzione “sperimentale” che ancora non ha incontrato il mercato. Il programma operativo dei seminari, concentrati nelle giornate divenerdì e sabato, è stato redatto da un comitato tecnico che coordina le tavole rotonde, i talk show, gli incontrie i dibattiti organizzati con l’obbiettivo di delineare i prossimi scenari con cui ci si dovrà misurare.

La due giorni dedicata alle bollicine animerà Pescara con un fitto calendario di degustazioni di spumanti italiani autoctoni con banchid’assaggio, degustazioni originali e una grande festa finale,ovviamente effervescente. Inoltre la città sarà coinvolta anche con serate tematiche in cui i ristoranti proporranno menù a tema e i wine bar aperitivi ad hoc.

Per info:

Davide Acerra tel. 320.1162418

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *